Chattisgarh e Orissa

Non era esattamente il periodo migliore quello dei monsoni (luglio/agosto 2005)  per fare questo viaggio, ma è stato ugualmente bellissimo. In compagnia di una coppia di amici (Marco e Donatella) abbiamo percorso circa 1300 Km in auto con un autista ed una guida. Partiti da Raipur, capitale del Chhattisgarh, abbiamo toccato le città di: Kanker e Jagdalpur per poi passare nello stato dell’Orissa attraversando: Jeypore, Rayagada, Baliguda, Puri e Bhubaneswar (capitale dell’Orissa). In realtà l’itinerario di viaggio ha toccato anche altri stati indiani, ma di questi parleremo nello spazio a loro dedicato. Il Chhattisgarh è uno stato giovanissimo, è stato istituito nel 2000 da un gruppo di 16 distretti tribali che hanno cercato una loro indipendenza separandosi  dal più grande Madhya Pradesh.  Il nostro itinerario ne ha attraversato la parte meridionale a carattere prevalentemente collinare. Essendo ancora sconosciuto al turismo….non solo di massa….abbiamo avuto la fortuna di essere noi l’attrazione del giorno in ogni villaggio visitato. I sorrisi della gente, le risate dei bambini sono stati doni preziosi che ci hanno colmato il cuore. In realtà sarebbe un viaggio da rifare nella stagione secca, perchè le abbondantissime piogge del 2005 (ricordate per caso gli allagamenti di Mumbay?) non ci hanno permesso di effettuare diverse escursioni per via del fango. Diversi sentieri erano impraticabili e a volte ci è  capitato di dover cambiare strada per ponti franati. Abbiamo passato diversi giorni sotto una continua piogerellina quando non erano acquazzoni, ma le emozioni provate nel mescolarsi fra le varie etnie nei diversi mercati tribali non si possono spiegare. Incredible India!!